Pubblicato da: M.E. | 13 agosto 2010

Ostracismo (Dizionarietto)

Cercando in Internet quello che mi serve e rispettando quello che è il Copyright (uso sì il copia e incolla, ma cito sempre anche la fonte da qui proviene) ho trovato il significato della parola :  Ostracismo

OstrakonChe cos’era l’ostracismo?


Con il termine ostracismo [dal greco ostrakismos e questo da ostrakon (coccio)] oggi si indica l’assunzione di un atteggiamento persecutorio nei confronti di qualcuno per impedirgli di svolgere la propria attivita’, nonche’ escludere qualcuno dalla societa’ o da una comunita’.

In riferimento al contesto scolastico con ostracismo ci si riferisce ad una forma di bullismo che avviene all’interno di un gruppo di pari (perlopiu’ una classe) laddove uno o piu’ dei suoi componenti sono presi di mira costantemente dal gruppo con prese in giro, prepotenze fino a vere e proprie persecuzioni.

Nell’antica Grecia indicava un sistema adottato dalla democrazia ateniese nel 510 a.C. (ma utilizzato per la prima volta solamente vent’anni piu’ tardi tra il 487-485 a.C.) per esiliare temporaneamente un avversario politico o un potenziale tiranno.

Era l’assemblea ateniese che votava per alzata di mano se era necessario il ricorso a un ostracismo. In caso affermativo, due mesi piu’ tardi si teneva una votazione pubblica in cui ogni votante scriveva il nome della persona da esiliare su un coccio di terracotta (in greco ostrakon). Il piu’ nominato, con una maggioranza semplice, andava in esilio per un periodo di 10 anni, pena la morte. E perdeva tutti i diritti politici, ma non la cittadinanza e le proprieta’.

Per evitare abusi, era possibile utilizzare l’ostracismo solo una volta all’anno e alla votazione pubblica dovevano partecipare almeno seimila cittadini. Questo, pero’ non salvava da occasionali brogli; si sono avuti sospetti di brogli quando sono state ritrovate delle ostraca (i cocci di terracotta) recanti il medesimo nome, tutte presumibilmente scritte dalla stessa persona, in quanto recavano tutte lo stesso errore di scrittura. Se cio’ fosse vero, si e’ quindi portati a pensare che le ostrace precompilate fossero pensate per essere consegnate a dei cittadini a caso per favorire l’estromissione di una data persona.

In un certo senso e con obiettivi diversi, ancora oggi si utilizza l’ostracismo… basti pensare ai Reality televisivi: invece dell’esilio si decreta l’eliminazione del concorrente. La votazione e’ pubblica, ma invece che sull’ostrakon (il coccio di terracotta), il nome viene scritto in un sms o con il televoto. Il piu’ votato dovra’ abbandonare il gioco.

08/12/2007
Copyright © 2000-2010 Parlandosparlando

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: