Pubblicato da: M.E. | 22 gennaio 2013

Significato di similitudine

Similitudine è una figura retorica.

La similitudine (lat. similitudo, gr. parabolé  “paragone, confronto”, da cui il termine parabola) è una figura retorica che consiste nel confrontare due identità, in una delle quali si individuano proprietà somiglianti e paragonabili a quelle dell’altra, facendo uso di avverbi quali: come, simile a, sembra, assomiglia, così come, ecc., a differenza della metafora che non usa questi avverbi.

La similitudine si differenzia dalla comparazione perché nella prima i termini del confronto non sono intercambiabili.

La similitudine è particolarmente diffusa nei testi antichi come, per esempio, nella Bibbia:

           La nostra vita passa come l’ombra di una nube
e si dissolve come nebbia
inseguita dai raggi del sole
(Sapienza,2,4)

Anche la letteratura classica ha fatto largo uso della similitudine e nell’Eneide, per esempio:

         Quante cose nella prima o il freddo dell’autunno
           Caduta foglie cadute, o per inondare la terra dall’alto
Quanti uccelli, colmo, dove l’anno del freddo
Unità l’altro lato del mare e delle terre, ha mandato il suo sole
          (Eneide, VI, 305-312)

Solitamente le similitudini della poesia antica sono piuttosto complesse e si sviluppano per esteso: nella Divina Commedia di Dante Alighieri infatti, se ne incontrano molteplici:

         Come d’autunno si levan le foglie
          l’una appresso de l’altra, fin che ‘l ramo
vede a la terra tutte le sue spoglie,

similemente il mal seme d’Adamo
gittansi di quel lito ad una ad una,
per cenni come augel per suo richiamo
(Inferno, III, 112-117)

Rispetto alla letteratura classica, è raro che gli scrittori moderni usino questa figura retorica così poco rapida ed immediata, ma comunque:

            Si sta come
            d’autunno
sugli alberi
le foglie
            (Giuseppe Ungaretti, L’Allegria, Soldati)

Il testo crea una sorta di relazione fra la precarietà della vita dei soldati al fronte e quelle delle foglie in autunno.
Ovvero:
I soldati (in tempo di guerra al fronte) si trovano in una situazione precaria come le foglie d’autunno sugli alberi sono sul punto di cadere
Oppure: I soldati sono sospesi tra la vita e la morte, quindi la loro vita è fragile come le foglie autunnali debolmente appese al ramo.

Ed Ancora:

Consiste nel stabilire un paragone tra due termini (persone, oggetti, situazioni, sentimenti) che hanno qualcosa in comune collegandoli con nessi comparativi del tipo cosìcome, qualetale, sembra, assomiglia, ecc…  

Esistono similitudini brevi e semplici, come la seguente, di G. Ungaretti
L’Isonzo scorrendo
mi levigava
come un suo sasso.
E similitudini lunghe ed elaborate  come quelle di Omero e del Manzoni.

Differenza tra metafora e similitudine

Sono entrambe figure retoriche che comparano due elementi, ma mentre nella similitudine la relazione viene espressa in modo esplicito, attraverso l’utilizzo di congiunzioni “come” e “simile a”, nella metafora i due termini si riferiscono a due elementi molto diversi ma con una caratteristica importante in comune.

La similitudine è un paragone esplicito, che mette a confronto due elementi che possiedono una o più caratteristiche in comune. Essa è di norma introdotta da alcune congiunzioni: “come”, “simile a”, “sembra”, “assomiglia”, “tale a”, “così come” ecc…
Esempio di similitudine: “Marco è cieco come una talpa”. Marco e la talpa hanno in comune il fatto di non vederci bene.

La metafora invece è un paragone implicito tra due realtà lontane che hanno però un elemento in comune. In sostanza, la metafora potrebbe essere considerata una similitudine implicita, perché assente di quelle congiunzioni che invece si utilizzano in quest’ultima.
Esempio di metafora: “Mi rifletto nello specchio dei tuoi occhi”. Implicitamente gli occhi vengono paragonati ad uno specchio, per la loro capacità di riflettere.

Vogliamo ulteriormente confondere le idee ?  ;o)

similitùdine s. f. [dal lat. similitudo -dĭnis, der. di simĭlis «simile»]. –

1.
a. letter. Somiglianza, soprattutto in locuzioni, ormai ant., come per s., a s. di, ecc.

b. Figura retorica che mira a chiarire (logicamente o fantasticamente) un concetto presentandolo in parallelismo e in paragone con un altro, mediante la cong. come o i nessi cosìcome, talequale, cometale, ecc.; può avere forma estesa, e in tal caso consta di una prima parte in cui si descrive la cosa presa come confronto, e di una seconda parte in cui si passa all’applicazione (per es., nella Pentecoste del Manzoni, «Come la luce rapida Piove di cosa in cosa, E i color vari suscita Dovunque si riposa, Tal risonò moltiplice La voce dello Spiro»), oppure può risolversi tutta nel giro di una frase (per es., «fu trattato come un cane»); in forma ancora più concentrata si riduce alla metafora, mentre la soppressione del come o di ogni altro nesso, cioè l’identificazione di un termine con l’altro, dà luogo all’analogia.

similitudine

/similiˈtudine/

WordReference.com – Dizionario della Lingua Italiana © 2012 Le Monnier:

similitudine ‹si·mi·li·tù·di·ne› s.f.

  1. (LING). Figura retorica fondata sulla somiglianza logica o fantastica di due eventi o successioni di pensiero; si distingue in una protasi segnalata da come (come all’apparir del sole la neve si scioglie) e in un’apodosi segnalata da così (così all’apparire dell’insegnante gli scolari si squagliarono).
  2. (GEOM). Particolare tipo di corrispondenza che intercorre fra due figure geometriche quando gli angoli sono uguali e i segmenti corrispondenti sono in un rapporto proporzionale.
similitudine‘ also found in these entries:
Dal punto di vista etmologico:
75b825
La similitudine e la metafora

La similitudine mette in relazione due immagini, collegate fra loro grammaticalmente da avverbi di paragone o locuzioni avverbiali: così…come, tale…quale, a somiglianza di..
A differenza del paragone, la similitudine non prevede che i due elementi possano essere intercambiabili, che il confronto valga anche in senso inverso.
Per esempio, Marco è veloce come il fulmine è una similitudine, poiché non posso dire: Il fulmine è veloce come Marco; invece Marco è veloce come Giovanni è un paragone, poiché è possibile affermare che Giovanni è veloce come Marco: la frase esprime lo stesso concetto della precedente.

La metafora
La metafora è una similitudine abbreviata, in cui non è esplicitato il tratto significativo che accomuna i due termini. Per esempio la similitudine Marco è veloce come il fulmine può essere trasformata in una metafora, stabilendo un rapporto di identità tra i due termini e sottintendendo la caratteristica comune (la velocità): Marco è un fulmine.
Altro esempio:
I capelli di Cristina sono lucenti come l’oro similitudine
I capelli di Cristina sono oro (o anche: d’oro) metafora
Come si vede dalle frasi, la metafora è un’espressione più sintetica rispetto alla similitudine.
E considerando alcuni versi di Gabriele D’Annunzio:
Alla sabbia del tempo urna la mano
Era, clessidra il cor mio palpitante.
Lo scorrere della sabbia dal cavo della mano (come da un vaso: urna) evoca il passare del tempo (perciò: sabbia del tempo); il cuore, che ne avverte l’esaurirsi è come una clessidra che lo misura e ne ha piena consapevolezza.
Oppure:
La sabbia (scorre via dalla mano che si svuota come fosse in una clessidra) allude al tempo (che fluisce inarrestabile ed è avvertito con sgomento dal mio animo).
Lo scorrere del tempo, che in fretta fugge via come fra la sabbia dalla mano che la contiene simile a una clessidra, è avvertito dal mio animo con sgomento.

Credo proprio che basti così.
Annunci

Responses

  1. Buongiorno vorrei sapere che cosa sono le similitudini in grammatica. Io devo scrivere le similitudini di un libro intero. grazie

    • Bene Giulia, trovi il significato di similitudine proprio nell’articolo qui sopra.
      Le similitudini in grammatica? Tu devi scrivere le similitudini di un intero libro?
      Significa che devi trovarle e sottolinearle? Non sei molto chiara. Secondo me devi trovare tutte le frasi che contengono un rapporto di paragone tra due parole, all’interno delle quali trovi i seguenti termini o locuzioni: “sembra”, “assomiglia”, “tale a… ”, “così… come”, ecc. Probabilmente è questo quello che vuole la tua insegnante da te. Buon lavoro.

  2. buongiorno, una domanda se posso.
    ho trovato scritta questa frase che mette in relazione il primo e il secondo tempo di un film con il primo e il secondo tempo del rapporto sentimentale e gli eventi “felici” in genere, presi nel loro complesso, ed estrapolandone, attraverso questa similitudine (?) un significato “realista” o “pessimistico”.

    “il primo tempo migliore del secondo. Come sempre.”

    Ecco, è appunto una similitudine questa? E se lo è, i termini della stessa non dovrebbero essere esplicitati, mentre qui sono o impliciti o comunque mascherati ( primo tempo e secondo tempo del film/vita). Quel “sempre” che cosa diventa?

    ecco, spero di essere stato chiaro e la ringrazio dle suo tempo.
    Michelangelo.

    • Sebbene la frase “il primo tempo migliore del secondo” messa in relazione tra il primo e secondo tempo di un film con il primo e secondo tempo del rapporto sentimentale e gli eventi felici possa sembrare una similitudine, a mio parere non lo è. In realtà è un termine di paragone, le due cose vengono contrapposte, eguagliate ed analizzate, vengono cercate delle similitudini, là dove forse non ci sono.

      “Come sempre” è invece un parere molto personale, in realtà se si considera il primo anno di matrimonio questi viene sempre considerato dagli esperti come il peggiore, perché ci vuole del tempo per abituarsi l’uno all’altro e smussare gli angoli. Come non è detto che il primo tempo di un film sia sempre migliore del secondo, spesso è vero il contrario.
      Questa è la mia modestissima opinione, non sono un’esperta linguista, sono solo brava a copiare le cose degli altri. ;o)
      saluti, Emy

    • La risposta te l’ho già data sul sito. Hai letto ?
      ciao Emy


Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...

Categorie

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: